Vasino o riduttore?

Parlando in termini “pedagogici”, il primo approccio consigliato verso l’abbandono del pannolino è un passaggio giocoso al vasino. Sovente i bambini che iniziano a sentire l’esigenza di fare popò e pipì non più nel pannolino hanno però bisogno di “vedere” e se lo vogliono (ebbene sì!) toccare i loro bisognini... Un po’ come il gatto che abbandona il topo sullo zerbino per essere gratificato dal padrone, loro vogliono sentirsi dire: “Bravo, l’hai fatta tutta!”.

In questa fase il water, seppur col riduttore, è troppo grande ed ha un “buco” di cui non vedono la fine. Per alcuni è addirittura angosciante non vedere dove vanno a finire tutti i bisognini.

Pertanto il riduttore dovrebbe essere un passo successivo al vasino, quando la sua autonomia è pressoché totale, magari mettendogli a disposizione una pedana di rialzo (meglio se con gomma antiscivolo) che gli consentirà di compiere la scalata al WC da solo.

Spidy Okbaby
Ducka Okbaby

Ducka Okbaby Spidy Okbaby

Ducka Okbaby Spidy Okbaby